::::::càtariwebsite:::::

Monforte d’Alba ha origini molto antiche: i primi insediamenti umani infatti, sono stati datati nel lontano neolitico, ma la prima civiltà a sfruttare i suoi 528 metri s.l.m e la sua posizione strategica fu quella romana. Mons-Fortis infatti faceva parte dello storico percorso di Langa “Via Magistra Langarum” che collegava alla Liguria Millesimo con l’Aurelia.

Il castello dei Càtari situato sulla rocca del paese, espugnato nel 1028, aveva origini antecedenti all’anno 1000 e passò, dopo l’inquisizione, alla diocesi Astigiana. Accanto ad esso fecero costruire la chiesa “Sancta Maria de Castro” demolita nel 1900 per la costruzione della nuova struttura situata nel nuovo borgo basso per opera di Monsignor Dallorto(1912).

Da Bonifacio,marchese di Cortemilia, il paese passò ai Del Carretto nel 1218, i primi di una serie di contenditori: Carlo d’Angiò(1254) ,De Brayda(1266) e Visconti(1348). Assalito e distrutto il castello ebbe una profonda trasformazione con l’intervento del Marchese Alberto Scarampi (in dominio grazie a matrimoni con la famiglia Carlo Emanuele III duca sabaudo nel 1733) che nel 1869 gli conferì l’aspetto attuale di nobile dimora signorile.

Image